Rolling Ranch Tutorial – Gioco da tavolo – La ludoteca #81

Transcript del tutorial di Rolling Ranch. Il gioco è acquistabile su Amazon: https://amzn.to/2Xz6Ezq

Polli, maiali e galline sono scappate dai recinti della fattoria, ma niente paura, basta un tiro di dadi per recuperarli!

Ciao ragazzi io sono Miss Meeple e sul mio canale troverete consigli e tutorial sul mondo dei giochi da tavolo per grandi e piccini. Oggi parliamo di Rolling ranch, un gioco targato Thundergryph games, portato in Italia da Gate on Games.

Si inserisce nel fortunato filone dei roll and write, è un gioco di Jordy Adan, da 2 a 20 giocatori, ma in realtà il numero di giocatori potenzialmente infinito, se riuscite tutti quanti a vedere il risultato dei dadi al centro del tavolo. La durata è di circa 20 minuti. Vediamo subito come si gioca, ma se volete passare direttamente ai pro e contro o alle mie impressioni, ci sono i link i navigazione nella descrizione.

Setup e regole

Ogni giocatore riceve un foglio fattoria, il lato A è uguale per tutti, se invece volete giocare partite asimmetriche, usate  il lato B.

Ognuno riceve anche una matita e una carta obiettivo personale, da tenere nascosta.

Ad ogni turno un giocatore lancia i due dadi e tutti i giocatori scelgono contemporaneamente cosa disegnare sul proprio foglio. Si può scegliere di mettere un animale in un recinto, o di raccogliere materiali da costruzione.

Se si sceglie l’animale, si può scegliere l’animale sul dado giallo, da inserire in un esagono con il numero indicato sul dado verde, oppure si può scegliere l’animale sul dado verde, da inserire in un esagono con il numero indicato sul dado giallo. In questo esempio, posso mettere una mucca in un esagono numero 2.

Per semplicità gli animali si disegnano con dei simboli, indicati sul foglio, le galline sono i triangoli rovesciati, i maiali sono i cerchi, le mucche sono i quadrati.

Se invece si decide di prendere i materiali di costruzione, si prendono tutte le travi di legno e gli eventuali chiodi disegnati su entrambi i dadi, e li si annerisce sulla riga dell’edificio che si intende costruire.

Si possono usare meno risorse di quelle disegnate, e si possono dividere le risorse tra più edifici.

Non appena tutte le risorse richieste per un edificio sono state annerite, il giocatore deve disegnarlo in un esagono a sua scelta della sua fattoria.

Gli edifici hanno diverse abilità.

Se completate un fienile dovete scegliere uno dei possibili bonus. I bonus funzionano tutti allo stesso modo, d’ora in poi, ogni volta che sui due dadi compariranno due numeri uguali, oltre all’azione che sceglierete potrete ottenere 2 assi di legno, una gallina da posizionare in uno spazio libero a scelta, un chiodo, oppure con l’ultimo bonus, al posto della normale azione, potete posizionare un animale a scelta in uno spazio a scelta.

I magazzini sbloccano i bonus disegnati, da usare un massimo di due volte nel corso della partita. Con questo bonus, potrete posizionare un animale disegnato sui dadi in uno spazio a scelta, con l’altro bonus potrete posizionare un animale a scelta in un esagono corrispondente ad uno dei numeri sui dadi.

Per ogni bonus non usato otterrete un punto a fine partita.

Inoltre, i magazzini a fine partita danno tanti punti quanti sono gli spazi del recinto all’interno del quale si trovano, indipendentemente dal fatto che siano pieni o vuoti. Ad esempio questo magazzino darà 5 punti a fine partita. Se ci fossero due magazzini, si otterrebbero 10 punti in totale.

Le serre danno solo punti vittoria, 5 se ne costruite 1, 12 se ne costruite 2, 20 se le costruite tutte e tre.

Se i dadi non mostrano alcuna risorsa, il giocatore può scegliere di non fare nulla al suo turno, non è obbligato a prendere un animale.

Se i due dadi mostrano due cuori in basso a destra, dopo aver svolto l’azione i giocatori fanno accoppiare gli animali della propria fattoria. In ogni recinto in cui si trovano almeno 2 animali dello stesso tipo, nasce un cucciolo dello stesso tipo, da posizionare in uno spazio libero dello stesso recinto.

Non appena si riempire un recinto, si ottengono i relativi punti. Se il recinto è pieno di animali di un unico tipo (e/o di edifici), si consulta la tabella in basso a destra per verificare il numero di punti ottenuti. I punti aumentano esponenzialmente all’aumentare del numero di animali uguali. Se invece nel recinto ci sono animali di specie diverse, si ottengono semplicemente tanti punti quanto il numero di animali.

Il gioco termina quando un giocatore riempie tutti gli esagoni della propria fattoria. A quel punto, tutti calcolano i punti di ogni recinto, anche se non è stato completato, segna i punti per le serre (5-12-20 a seconda che ne abbia costruita 1-2-3), per i magazzini, ovvero un punto per ogni esagono presente nel recinto in cui c’è un magazzino, più un punto per ogni bonus non utilizzato, e segna i punti delle carte obiettivo.

Le carte obiettivo solitamente danno punti se si raggiunge un certo numero di animali in fattoria, se si riempiono un certo numero di recinti di un solo tipo di animali, se si costruiscono un certo numero di edifici e così via.

Chi ha più punti è il vincitore, in caso di parità vince chi ha determinato la fine del gioco, e in seconda battuta chi ha costruito più edifici.

Impressioni

Un altro Roll and write dunque, ultimamente ne stanno uscendo molti, tutti giochi carini e rapidi, da fare anche quando si è veramente in tanti. Vediamo cosa ha di particolare  Rolling ranch. Il tema degli animali è adorabile, e i dadi con galline mucche e maiali fanno davvero tenerezza e potrebbero incuriosire anche in neofiti, anche se poi il tutto è stroncato sul nascere dal dover disegnare triangoli, quadrati e cerchi sul foglio. Capisco che il gioco sarebbe durato ore se si fossero disegnati gli animali, ma in questo modo ci di dimentica anche cosa si sta facendo e sembra di giocare a un astratto.

Non che sia necessariamente un punto negativo, di fatto lo potete considerare come un rompicapo, un gioco di logica per riuscire ad incastrare gli animali e ottimizzare gli spazi cercando di riempire più velocemente possibile i recinti grazie agli accoppiamenti.

Tra i Roll and write che ho provato ultimamente è uno dei più semplici ma non per questo da sottovalutare, è anzi uno dei più piacevoli e gradevoli.

Per quanto riguarda il  gameplay, sembra che chi prima finisca sia avvantaggiato sul punteggio, e allora ci si chiede se non valga la pena riempirsi di galline, gli animali di meno valore, ma più diffusi nel gioco, piuttosto che seguire fini strategie sugli animali che danno più punti, e questo è il punto che mi lascia più perplessa.

Il tiro di dadi non comporta una particolare alea, perché all’inizio uno spazio per posizionare l’animale che serve lo si trova, più avanti nel gioco si saranno costruiti magari degli edifici che ci permettono di modificare i risultati a nostro piacimento, e mal che vada c’è sempre la possibilità di costruire, se proprio gli animali non si incastrano nei nostri recinti. Non è un gioco punitivo o frustrante, è pensato proprio per poter essere giocato tranquillamente, si può sempre fare qualcosa, semplicemente, per vincere occorrerà aver fatto le scelte più sagge durante la partita.

Sta di fatto che a me Rolling ranch piace, e lo consiglio a chi ha poco tempo per giocare, a chi è abituato a fare partite veloci in pausa pranzo o quando riesce a ritagliarsi un quarto d’ora di tempo.

Fatemi sapere se lo avete provato e cosa ne pensate. Se vi piacciono i miei video, lasciatemi un like e iscrivetevi al canale. Alla prossima e buon gioco!

Articoli simili

LEAVE YOUR COMMENT

Your email address will not be published. Required fields are marked *