I migliori giochi da tavolo del 2017

I migliori giochi da tavolo del 2017

Transcript del video I migliori giochi da tavolo del 2017

Ciao ragazzi e benvenuti sul canale di Miss Meeple. Siamo arrivati alla fine di un altro anno ludico ed è ora di tirare le somme. Quali saranno stati, a mio parere, i 5 giochi più belli del 2017?

 

Al numero 5 Tao Long, un gioco astratto per due giocatori edito da GateOnGames, che sta portano in Italia i bei titoli della Thundergryph Games. Con un meccanismo di mancala i giocatori selezionano dei movimenti con cui sposteranno il proprio drago sul tabellone. Lo scopo è sorprendere l’avversario colpendo il suo drago con attacchi di fuoco o acqua, fino a sconfiggerlo. Un gioco molto tattico, in cui una mossa sbagliata vi fionderà nelle fauci dell’avversario.

 

Al numero 4 Grand Austria Hotel di Virginio Gigli e Simone Luciani. Il gioco è datato 2015, ma l’edizione italiana firmata Cranio Creations è uscita solo quest’anno. Ho realizzato anche un tutorial di questo gioco di gestione dadi in cui i giocatori sono albergatori di Vienna con lo scopo di attirare i clienti migliori, sfamarli e farli accomodare nelle stanze migliori. Gli obiettivi comuni e la presenza ingombrante dell’Imperatore guidano lo sviluppo della partita, che si vincerà con l’aiuto di carte assistente e con i bonus dati dall’occupazione delle camere.

 

Al numero 3 Terraforming Mars, portato in Italia da Ghenos Games. Nei panni di compagnie terrestri in competizione tra loro, i giocatori cercheranno di rendere abitabile Marte innalzandone i parametri vitali, temperatura, livello di ossigeno e presenza di oceani. Guidare la velocità di  sviluppo di questi aspetti influenzerà anche la durata della partita. Terraforming Mars è un gioco molto ambientato, è un card driven che si basa sulle combo di carte realizzare durante la partita, sfruttando anche le abilità delle proprie compagnie.

 

Secondo posto per Clans of Caledonia, gestionale ad ambientazione scozzese di Juma Al-JouJou, portato in ITalia da Red Glove. Nei panni di vari clan i giocatori dovranno sviluppare coltivazioni, allevamenti, industrie e diventare il clan più ricco e produttivo di Caledonia. Riprendendo elementi da altri celebri titoli come Terra Mystica, Marco Polo, Navegador, l’autore confeziona un titolo ben ambientato e dagli ottimi materiali.

 

E al primo posto l’alter-ego del mio gioco preferito di sempre: Progetto Gaia, ovvero la versione spaziale di Terra Mystica, creato dagli stessi autori come miglioramento dell’originale. Non sono convinta che supererà Terra Mystica nella mia classifica personale, ma quest’anno è il titolo che mi ha convinto maggiormente.  I giocatori impersonano razze differenti impegnate nell’esplorazione spaziale, nella colonizzazione di pianeti e nella fondazione di federazioni. E’ un titolo profondo e complesso, con altissima rigiocabilità.

 

E questi erano i miei 5 giochi preferiti, sono molto curiosa di sapere quali sono i vostri preferiti e quali titoli avete giocato di più quest’anno, fatemelo sapere nei commenti.

Se vi piacciono i miei video iscrivetevi, e cliccate la campanella per ricevere le notifiche.

Alla prossima e buon gioco!

 

Articoli simili

LEAVE YOUR COMMENT

Your email address will not be published. Required fields are marked *