Chi sono e Contatti

LA VERA STORIA DI MISS MEEPLE

Una formazione umanistica e una passione per il web, una vita in bilico fra tradizione e tecnologia. Da sempre attratta da tutto ciò che è di nicchia, cresce con l’amore per il teatro, per l’enigmistica, per le avventure grafiche della LucasArts.

Critico teatrale per diverse webzine, prestata al marketing per necessità lavorative, questa era la sua vita prima che diventasse Miss Meeple, ovvero prima che la passione per i boardgames la divorasse.

Successe tutto molto rapidamente: girovagando per la rete rimase affascinata dai tutorial dei futuri “colleghi” che spiegavano quali meravigliosi mondi si nascondevano dentro scatole colorate e misteriose. Si risvegliò il ricordo di spassose partite a Taboo e Monopoly con la famiglia durante le vacanze di Natale, con la nuova consapevolezza che c’era molto di più da scoprire.

Partì allora la ricerca di una ludoteca di fiducia, che non tardò a diventare il suo rifugio preferito. E poco dopo ecco la trasformazione in “tutorialista”, con l’acquisto della prima attrezzatura e lo studio delle nozioni base del video editing. Con la sua voce calma e pacata e con lo pseudonimo Miss Meeple, ora gestisce autonomamente un canale YouTube in cui spiega giochi a chi non ama la lettura dei regolamenti. Talvolta il teatro fa capolino nei suoi video con brevi scenette, retaggio di vecchie passioni mai sopite. Ma non chiedetele di improvvisare, senza una rigida sequenza di script, storyboard, riprese e montaggio, si sentirebbe persa!

Riflessiva e precisina, razionale ed esteta, come potrebbe non amare i giochi da tavolo? Neanche a dirlo, la predilezione la porta verso un bel German da minimo due ore (quasi tutte di ragionamento), meglio se esteticamente curato e ricco di componenti. Ha una curiosa passione per i giochi per due, professa la monogamia anche in quanto a partner ludici.

 

CONTATTI

Mi trovate su:

YOUTUBE
FACEBOOK
TWITTER

Per domande, dubbi, proposte, potete scrivermi a: info [at] missmeeple.it, oppure compilare il form qui sotto: