La ludoteca #44 – Minute Realms Tutorial

La ludoteca #44 – Minute Realms Tutorial

Transcript di Minute Realms Tutorial

Ciao ragazzi e benvenuti, io sono Miss Meeple e oggi vi propongo il tutorial di Minute Realms di Stefano Castelli, edito da Dv Giochi. Da 2 a 5 giocatori, per una durata indicativa di 30 minuti.. Vediamo come si gioca!

Setup e Regole

Piazzate al centro del tavolo la plancia invasori, che riporta 8 spazi, corrispondenti agli 8 round di gioco.  Eliminate alcuni segnalini invasore, in base al numero di giocatori, come indicato dal regolamento. Mischiate i rimanenti e posizionateli in una pila a faccia in giù sullo spazio relativo al round 1 sulla plancia. Gli invasori attaccheranno alla fine del round 4 e 8,  ognuno ha una forza da 0 a 2.

Eliminate anche le carte che indicano un numero di giocatori superiore al vostro, le carte riportano: un costo di costruzione in monete in alto a sinistra, un effetto di scambio in alto a destra, un nome, una categoria, un ammontare di punti vittoria, eventualmente degli scudi o un simbolo che indica l’impossibilità di voltare la carta.

Mischiate le carte e create un mazzo di pesca a faccia in giù. Al primo giocatore va il segnalino torre. Create una riserva di monete. Il primo e il secondo giocatore ricevono 3 monete, il terzo e il quarto 4 monete, il quinto cinque monete.

La partita si svolge in 8 round, suddivisi nelle seguenti fasi:

  • distribuzione carte
  • scelta di una carta
  • costruzione

Ad inizio round il giocatore di turno distribuisce una carta a testa e ne scopre 2 al centro del tavolo. A partire dal primo giocatore, e in senso orario, ognuno può poi scegliere una carta da tenere e costruire. Si può scegliere una qualsiasi delle carte scoperte. Se il giocatore sceglie la carta di fronte a sé passa direttamente alla fase costruzione, se sceglie una carta al centro del tavolo o una carta di un altro giocatore, la scambia con la propria. Se la carta prelevata ha dei simboli in alto a destra, che sono gli effetti dello scambio, li risolve, da sinistra a destra.  I simboli sono:

Pagare una moneta: il giocatore che prende la carta paga una moneta alla riserva, se ha preso la carta dal centro del tavolo, o al giocatore a cui l’ha rubata

Ottenere una o più monete: per ogni simbolo verde il giocatore ottiene una moneta, sempre dalla riserva.

Invasione:  il giocatore prende il segnalino invasione in cima alla pila e lo mette a faccia in giù nello spazio tratteggiato corrispondente al turno in corso. In ogni spazio tratteggiato ci può essere solo un segnalino, se altri giocatori effettueranno scambi con carte che riportano questo simbolo, semplicemente lo ignoreranno.

Dopo aver scelto una carta, il giocatore di turno sceglie se costruirla come edificio del proprio reame, ovvero pagarne il costo in monete e piazzarla di fronte a sé, oppure girarla e renderla una bastione di difesa. Questa opzione è gratuita e dà 2 monete. Una carta con questo simbolo non può essere resa un bastione di difesa e va per forza costruita come edificio. Ogni bastione dà 2 scudi, che serviranno nel momento dell’attacco degli invasori.

Quando tutti i giocatori hanno scelto e costruito una carta, si scartano le due carte al centro del tavolo e si passa al round successivo facendo avanzare la pila di invasori. Il segnalino primo giocatore passa al giocatore successivo in senso orario.

Alla fine del quarto round c’è la prima invasione, si rivelano tutti i segnalini eventualmente posizionati sugli spazi tratteggiati da 1 a 4 e si somma il valore di invasione.  Ogni giocatore conta gli scudi difensivi del proprio reame. Se il valore degli scudi è uguale o maggiore alla forza dell’invasione non succede nulla, se è inferiore, il giocatore perde un edificio a scelta che va girato e diventa un bastione di difesa (non si ottengono due monete). Per pagare questo malus non si può scegliere una carta che funge già da  bastione o un edfiicio con questo simbolo. Se non si hanno edifici che si possono girare non si perde nulla.

Alla fine dell’8° round si rivelano i segnalini invasione sui round da 4 a 8 e si somma il valore di invasione di tutti i segnailni, da 1 a 8. Si risolve l’attacco come in precedenza, con l’unica differenza che in caso di successo si ottengono tanti punti vittoria quanto la forza dell’attacco. Poi si sommano i punti vittoria indicati sugli edifici del proprio reame.  Alcune carte danno punti in base alle categorie degli edifici posseduti.  Chi ha più punti è il vincitore, in caso di parità vince chi ha più monete, e in seconda battuta chi ha più edifici ha faccia in su.

 

Impressioni

Costruire un reame è una questione di minuti, almeno così fa intuire il titolo di questo gioco, che effettivamente si configura come un filler molto rapido, tra i 20 e i 30 minuti. Il consiglio è di giocarlo almeno in 3 giocatori, in 2 scala a fatica e la meccanica di scambio praticamente si annulla. Se si è in 3 o più comincia a prendere forma, ci si ruba gli edifici migliori a vicenda, bisogna soppesare le proprie scelte e valutare se prendere un edifico che dà molti punti, uno inutile da girare e usare come difesa, o un edificio che dà molte monete se siamo a corto di soldi, il tutto ricordandosi di far caso alle categorie degli edifici su cui basare un meccanismo di set collection…  A fine partita avrete costruito solo 8 edifici, uno per round, non uno di più, non uno di meno, il che dà solitamente punteggi molto ravvicinati. L’unica vera scelta è quanti edifici difensivi costruire, c’è un minimo di rischio che ci si può prendere o meno in base a quanti invasori stanno per arrivare. Se a vederlo poteva assomigliare a Citadels, e dal titolo ricordare Otto minuti per un impero, il risultato è un titolo meno profondo, più semplice e lineare, che diventa praticamente un family, vista la semplicità delle regole e le belle illustrazioni.

Fateci sapere se lo avete provato e cosa ne pensate, alla prossima e buon gioco!

 

Articoli simili

LASCIA UN COMMENTO (la tua mail non verrà visualizzata)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *